COMPRESSORE - MUSEI DELLE MINIERE - ARBUS

Vai ai contenuti

Menu principale:


COMPRESSORE


I grandi compressori portavano l’aria compressa alle macchine di tutte le gallerie delle miniere di Ingurtosu (Pozzo Gal e i pozzi vicini, mentre a Gennamari si trovava un altro compressore). L'aria compressa, che attraverso infiniti tubi arrivava agli smerigli, alle seghe, ai trapani e ovviamente alle perforatrici, strumento principe del minatore, era il più importante mezzo di trasmissione di energia in sottosuolo. L'utilizzo dell'aria compressa evita i pericoli di elettrocuzioni, sempre temibili in ambienti sotterranei umidi, con impianti necessariamente volanti e sottoposti ad urti di ogni specie. Evita anche i pericoli di incendio per corti circuiti in presenza di gas infiammabili o sostanze combustibili. L'aria compressa ha infine il vantaggio di non aumentare la temperatura dei cantieri, ma anzi di migliorare le condizioni ambientali sotterranee.
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu